Cover
»«
Data di pubblicazione
14.12.2020
Autore
P. Hermann Geissler FSO

Benedizione della nuova sede dell’International Centre of Newman Friends a Roma in Via di Val Cannuta

L’8 dicembre 2020, Solennità dell’Immacolata Concezione della Vergine Maria, è stata benedetta la nuova sede dell’International Centre of Newman Friends a Roma.
Poiché le Suore della nostra Famiglia spirituale “L’Opera” termineranno il servizio presso la Casa Generalizia dei Missionari d’Africa alla fine del 2020, era stato necessario cercare una nuova sede per il Centro di Newman, che sin dalla sua fondazione nel 1975 si trovava nella “Piccola Casa”, accanto al Generalato dei Padri Bianchi, in Via Aurelia.
Pochi mesi fa, non senza l’aiuto della Provvidenza, abbiamo potuto acquistare un appartamento accanto al nostro “Collegium Paulinum” in Via di Val Cannuta, che dopo alcuni opportuni lavori serve ora come sede del Centro di Newman. Nelle ultime settimane tutta la biblioteca è già stata trasferita, con il sostegno di alcuni amici, in questa nuova sede.

La sala di lettura della sede in Via di Val Cannuta

La benedizione si è svolta in un’atmosfera di profonda gioia e gratitudine al Signore. Per un suo piano misterioso, Madre Julia trovava in Newman un fratello spirituale, e la storia del Centro di Newman è marcata da chiari segni della vicinanza di Dio. La fiducia nella Provvidenza unisce Madre Julia, che sempre vedeva in Dio la guida de “L’Opera”, con san John Henry Newman, che in tutta la sua vita si lasciava condurre dalla “luce gentile”, anche in tempi oscuri e drammatici, sapendo che “tutti gli atti della Provvidenza sono atti d’amore” (Meditazioni e preghiere, La provvidenza di Dio, 2).
Mentre camminiamo su questa terra, dobbiamo conservare la disponibilità alla conversione, alla crescita e al rinnovamento. Al riguardo, san John Henry Newman ci ha lasciato una frase divenuta famosa: “Qui sulla terra vivere è cambiare, e la perfezione è il risultato di molte trasformazioni” (Saggio sullo sviluppo della dottrina cristiana, Lo sviluppo delle idee, I.7). Vivere è cambiare, talvolta anche la propria sede.